Un’analisi di BMTI sull’andamento del settore lattiero-caseario nel mese di giugno

BMTI riporta l’andamento del settore lattiero caseario durante il mese di giugno:

Il prezzo del Grana Padano con stagionatura di 9 mesi e oltre rilevato dalle camere di commercio di Brescia, Cremona. Mantova, Milano- MonzaBrianza-Lodi, Piacenza e Verona, risulta essere nettamente più alto rispetto allo stesso periodo degli anni scorsi arrivando a valori di circa 9 €/kg.

Il grafico riporta il prezzo medio mensile (€/kg) del Grana Padano con 9 mesi di stagionatura e oltre nel periodo compreso tra gennaio 2019 e maggio 2022.

E’ proseguita in avvio di giugno la crescita dei prezzi del latte spot nazionale (ovvero il latte sfuso in cisterna, venduto al di fuori dei contratti tra produttori e industria), in un mercato segnato da una buona domanda di prodotto e dalla bassa disponibilità dall’estero. I prezzi attuali si avvicinano alla soglia dei 0,60 €/kg, con una crescita che sfiora il +60% rispetto allo scorso anno. Tra i formaggi DOP, mercato riflessivo per il Grana Padano e il Parmigiano Reggiano. In particolare, si sono fermati i rialzi per il Grana Padano. Il prodotto “fresco”, con stagionatura di 10 mesi, si è attestato sui 9,00 €/kg mentre per il prodotto con stagionatura 15 mesi e per quello con stagionatura 22 mesi i valori si sono attestati rispettivamente sui 9,30 – 9,35 €/kg e sui 9,50 – 9,60 €/kg. Per il Parmigiano Reggiano segnali di consolidamento per il prodotto fresco mentre qualche segnale di debolezza sembra emergere per lo stagionato. I prezzi del prodotto di pianura con 13-14 mesi di stagionatura si sono attestati sui 10,70 – 10,80 €/kg mentre lo stagionato 24 mesi si è attestato sui 12,30 – 12,40 €/kg.
Tra le materie grasse, dopo i ribassi osservati a maggio, sono tornati a crescere nelle prime rilevazioni di giugno i prezzi all’ingrosso del burro. A Milano il burro pastorizzato si è riportato sui 5,35 €/kg, un livello pari ad oltre il doppio rispetto ad un anno fa (+132%). Prezzi in risalita anche per la crema di latte (3,50 €/kg per la crema nazionale, +68% su base annua).

Fonte: BMTI